Oriental & Tribal
00:56
Episode 61: 5 tips to help your Flutter in BellyDance
Marzo 22, 2018
Play Video

5 trucchi per il Flutter

Il Flutter della Belly Dance che tanto ci piace, non sempre viene al primo tentativo, a meno che tu non lo abbia innato. Un po’ come chi arrotola la lingua a mo’ di pane arabo del kebab, anche conosciuto come Il Famoso Colpo di Cubo Genetico.

Nella mia ricerca tra i metodi didattici tradizionali, folcloristici e olistici d’insegnamento, ritengo che uno dei modi apparentemente più assurdi, e naturali al contempo, per aiutare a trovare il Flutter, sia giocare a fare Il Mostro… Ci si arriva anche piangendo e ridendo, come avevo condiviso in un altro tutorial, ma il Mostro lo trovo fantasmagorico!

Cominciamo proprio dal Mostro, per i 5 trucchi per ottenere il Flutter.

 

5 BE A MONSTER

Dimmi che non hai mai cercato di far spaventare tua sorella, tuo cugino o tuo zio facendo il mostro da piccola?!

Se la risposta è NO, non disperarti, sei ancora in tempo! Qualunque età tu abbia, prova e sentirai il gusto dell’orrido ironico scuoterti le viscere. Ottima pratica anche ferme al semaforo, nel caso in cui un “baldo ccciovine o una balda cciovina” ti si affianchi e tu voglia far colpo… Scherzi a parte, se non scappa così, potrebbe esser quello giusto. Ora che ci penso, forse sarebbe meglio fare il mostro per assicurarsi anche il parcheggio…

Flutter Tutorial by LaDibi Academy Online

Ma come si fa Il Mostro?

Innanzitutto devi pensare di essere un bel mostriciattolo. Ti devi immedesimare altrimenti non sei credibile ai tuoi stessi occhi. Poi devi trovare il tuo verso da mostro fin dal profondo delle tue budella. Il verso nasce dal centro del tuo corpo. Per farlo, cominciamo dalla posizione di partenza.

Inspira, poi espira profondamente tutta l’aria dai polmoni e chiudi la gola. Ti fermi qui, giusto prima di inspirare. Questo è il momento in cui avverrà il tutto. Prova un po’ di volte per individuare l’attimo fuggente e quando sei pronta, continua a leggere.

Ora rifai il tutto e ad espirazione avvenuta, cogli l’attimo e fai finta di avere il singhiozzo, ricreandone il movimento. Quel sussulto che ti fa portare la pancia in dentro, quindi l’ombelico verso la colonna vertebrale, allargando la gabbia toracica, tutto in un solo istante.

Raggiungi e mantieni questa posizione ottenuta un po’ come inspirando dal naso, ma senza prender aria, e mantieni la gola chiusa.

Se hai fatto tutto nel modo corretto, dovresti aver creato l’effetto Vacuum. Una sorta di sottovuoto dell’addome.

Non ti agitare che è più lunga a leggere come fare il mostro che a farlo. Hai anche il tutorial, quindi devi solo provare.

Ora che hai la posizione, apri la gola pian piano, ed inspirando con cautela dalla bocca, piano perché hai la gola semi chiusa, emetti una vocale. Ricorda di tenere il capo leggermente inclinato in avanti, con il mento verso lo sterno, per proteggere la gola durante la modulazione del suono. Si tratta di una pratica da fare con estrema cautela per non avere fastidi alla gola. Se ti viene un po’ di tosse o senti quell’effetto di grattino alla gola, vuol dire che ci sei andata giù con troppo entusiasmo. Semplicemente sospendi, fai delle pause e a tempo debito, riprova con maggior delicatezza e cura per la gola.

Non si tratta di una pratica da far spesso e volentieri. È un gioco da bambini che aiuta a spaventarsi a vicenda… E a sentire e trovare l’effetto Vacuum da cui partire per il Flutter.

Prova e riprova con tutte le vocali, poi con le parole fino a creare dei veri e propri discorsi, anche senza senso, tanto stai facendo Il MooostroooNoooooo?!

4 EXHALE – VACUUM – FLUTTER

Espira, Effetto Sottovuoto e Flutter. Adesso che abbiamo rotto il ghiaccio con Il Mostro, rifacciamo tutto ma ci fermiamo prima di emettere il verso, per sostituirlo con una serie di singhiozzi, senza suono. Possiamo giocare facendone uno solo, poi un paio per cominciare. Cerchiamo di farne sempre di più fino a crearne una serie a ripetizione, ravvicinati tra loro. Ed ecco che avremo i nostri primi Flutter.

Flutter Tutorial by LaDibi Academy Online2

 

Come mi ha raccontato Rachel Brice una volta, Carolena Nericcio descrive il movimento del ventre durante il Flutter, come una tenda mossa dal vento.

Effettivamente, il sobbalzo del Diaframma, crea questa sorta di riverbero di movimento sul ventre rilassato che ricorda molto i tendaggi, mossi dalla brezza marina, durante una mattina soleggiata d’estate… Anche un po’ come quando scuotiamo le tovaglie del cenone di Natale, prima di finirci dentro, tutte arrotolate che manco Zia Concettina è mai riuscita a liberarci prima di Capodanno…

3 CHECK YOUR POSTURE

Altro punto fondamentale è la postura. Se bazzichi su questo Blog e nella nostra Accademia da un po’, sai già che la postura è sempre uno dei punti cardini su cui ogni insegnante si sofferma regolarmente. La puoi correggere, domare, distorcere al servizio dell’interpretazione ma rimane sempre la nostra peggiore e migliore amica.

Flutter Tutorial by LaDibi Academy Online Dance

Di tanto in tanto quindi, controlliamola che fa sempre bene. Gambe appena piegate, ginocchia che guardano avanti (adoro questo modo di dire, immagino sempre le rotule con le faccine disegnate sopra…). Piedi paralleli, stessa larghezza del bacino, quest’ultimo in Neutral, quindi con le vertebre sacrali allineate verso il basso. Spalle naturalmente lontane dalle orecchie, eventualmente un bel shoulder rolls per riportarle in Neutral, magari in associazione ad un atto respiratorio completo, quindi inspiro ed espiro profondamente. 

2 PLAY WITH COMBOS

Giocate con brevi combinazioni per cominciare, in modo da meccanizzare il Flutter. Un esempio di combo semplice ed ottimale che ci permette di associare ogni movimento alla relativa azione della tecnica, consiste in un giro, chiudo in posa e Flutter.

Flutter Tutorial by LaDibi Academy Online4

Vediamola nel dettaglio, con un giro a tua scelta.

Preparazione al giro con inspirazione.

Espiro durante il giro e finisco in posa, quindi con i polmoni vuoti. Vuoti per modo di dire, perché saranno vuoti veramente, solo a morte sopraggiunta, quindi spero il più in là possibile.

Tornando a noi, creo l’effetto Vacuum grazie al finto singhiozzo, ovvero sollevando il Diaframma verso l’alto e portando la pancia in dentro, come abbiamo visto per Il Mostro.

E vai di Flutter come se non ci fosse un domani!

Ora finalmente inspira durante la preparazione al giro, e ripeti tutto dall’altra parte.

Variazioni

A. Bounce

Dopo il giro, anziché fare subito il Flutter, puoi cominciare con un bounce del Diaframma soltanto, per continuare poi con la combo ripetuta dall’altra parte. Una sorta di riscaldamento che ti permette di interiorizzare la combo prendendo confidenza anche con l’equilibrio durante il giro.

Per il giro, ricorda di prendere un punto di riferimento durante la preparazione, e di riportare lo sguardo esattamente allo stesso punto il prima possibile. Quindi lo sguardo è l’ultimo che abbandona il punto di riferimento, e il primo che lo riprende, durante l’esecuzione del giro.

B. Bounce in piramidale

Aumenta il numero delle ripetizioni del bounce, per ogni combo fatta sia a destra, sia a sinistra.

Quindi tieni la stessa combo a destra e sinistra, ma passa da una a due ripetizioni , poi a tre e così via, fino ad eseguire dei bounces ripetuti ed ecco che sarai finalmente sbarcata nel limbo del Flutter…

Ti consiglio di andare per ordine, quindi lo stesso numero di bounce che fai a destra, falli anche a sinistra.

C. Turns

Cambia giro. Usa una vuelta quebrada, un jazz turn, Corkscrew turn o un giro attorno al mondo, dai un bacio, fai la riverenza e senza penitenza, dai un bacio a chi vuoi tu e la coreo falla tu.

1 KAMA FLUTTER… HAVE FUN!

Quando si dice C’è Fantasia tra di Noi… Il Kama Flutter è l’Arte dell’Amore e della tecnica del Flutter, ovviamente in senso ironico perché si tratta di una licenza poetica che ho inventato ai tempi del tutorial sul Belly Roll.

Flutter Tutorial by LaDibi Academy Online5

Insomma, come diceva mia nonna: “Tutto serve”, per cui usa la fantasia e tutto il background accumulato fino ad ora. E se non hai un background a riguardo, chiedimi pure. Finché sarò in grado, cercherò di aiutarti. Se poi non lo so, mi informo e ti dico quanto prima 😉

Un abbraccio e buona danza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *