LaDibi's Sofa
10:43
Episode 64: Anasma a Il Salotto de LaDibi
Agosto 20, 2018
Play Video

Anasma Special Guest at LaDibi’s Sofa

Il primo spettacolo che vidi di Anasma, riguardava una delle sue prime versioni di Charlie Chaplin. Mi incantò per la qualità dello storytelling e la tecnica impeccabili.

Dopo tanto tempo speso a vedere sui palchi un incremento di cloni dell’incantevole Rachel Brice, cloni della splendida Carolena Nericcio, cloni dell’intrigante Joe Jakes e cloni di chiunque altra, fuorché l’originale di se stesse, potete immaginare il mio sollievo ogni qualvolta scopro una nuova danzatrice dallo stile originale. Se poi è, anche lei come me, dedita alla ricerca tra Danza e Teatro, non posso che esserne felice.

Cominciavo seriamente a pormi domande sull’approccio alla Tribal Fusion e sul nostro ruolo di danzatrici e insegnanti…

Tornando a noi, a Bali, ho incontrato Anasma che ci racconta la sua esperienza, a Il Salotto de LaDibi in questo episodio.

Anasma and LaDibi <a class='bp-suggestions-mention' href='https://ladibi.com/membri/ladibi/' rel='nofollow'>@LaDibi</a>'s Sofa

A seguire un estratto, come anticipo e completamento del video, ottimo soprattutto se il mio “MakaronInglisc” non vi ha soddisfatto!  XD

 

La Formazione

I suoi studi sono radicati tra gli stili accademici e quelli folcloristici. Anasma si dedica allo studio della Danza Moderna e Contemporanea che incorpora con l’Oriental Dance, nota anche come Danza del Ventre o Belly Dance, con Hip Hop, Yoga e Teatro. Sperimenta, quindi, usando le diverse tecniche acquisite nel tempo.

 

I suoi Mentori

Premesso che Anasma continua ad imparare dai suoi colleghi e studenti, come ci spiega nell’intervista, in particolare cita diversi artisti.

Future

Future - LaDibi's Sofa with Anasma

Il ballerino di Hip Hop, Future, per la tecnica delle onde e il forma mentis. Molto particolare l’approccio di Future come insegnante, anche grazie al fatto che include la sua filosofia di vita nell’insegnamento, dando quindi una valenza profonda allo studio e ai movimenti.

 

Dominique Lesdema

Dominique Lesdema - LaDibi's Sofa with Anasma

 

 

Dominique Lesdema, invece, ha colpito Anasma soprattutto per il modo in cui l’ha spronata ad andare in profondità nella ricerca del movimento stesso. Lesdema ha segnato il passaggio dal lavoro di layering e dissociazione dei movimenti dell’Oriental Dance all’armonizzazione dei movimenti, rendendoli fluidi anche nelle transizioni. Una sorta di connessione ideale tra i vari stili di danza che Anasma ha studiato, affinando quindi il modo in cui esprimersi, passando dal lavoro interiore al movimento esteriore in perfetta armonia e naturalezza.

 

Linda Faoro

Linda Faoro - LaDibi's Sofa with Anasma

Linda Faoro ha ispirato Anasma riguardo la struttura della classe e didattica, quindi il metodo d’insegnamento. Come organizzare il programma in classe, cosa insegnare e come. Come rendere interessante la ripetitività dei movimenti, necessaria per lo studio e per costruire la padronanza della tecnica, usando la creatività.

 

Pini Orchidaceae

Piny Orchidaceae - LaDibi's Sofa with Anasma

Da Pini Orchidaceae, Anasma ha imparato l’importanza dell’approfondire la storia dello stile di danza che si vuol conoscere. Un po’ come propone Tamalin Dallal, per quel che riguarda la Danza Orientale. Pini ha rappresentato anche un ottimo spunto per il lavoro a terra.

 

A mio avviso, questa è l’ennesima dimostrazione di quanto sia importante studiare con più insegnanti. Non smetterò mai di spronare le mie allieve ad esplorare il magnifico mondo della danza, anche per questo motivo.

 

Le Chiavi del Successo

Provare, riprovare, riprovare ancora e di nuovo. Studiare e continuare a farlo. Approfondire con sana, propositiva e produttiva curiosità, mantenendo focus… Se siete mie allieve, queste le avete già sentite 🙂 

L’appunto che ho molto apprezzato dalla nostra chiacchierata su questo argomento, è stato riguardo il giusto bilancio tra lavoro e tempo di riposo.

Qui, La Psicopatica Ossessiva che è in me e che viene fuori ogni volta che comincio a studiare un nuovo stile di danza, non se ne fa una ragione, ma prima o poi lo capirà… Ammetto, sono una di quelle che non molla finché quel passo o quel ritmo non arriva. Quando qualcuno mi dice “Risposati”, il mio cervello risponde “Munking Besok” come dicono qui a Bali, che tradotto letteralmente significa “forse domani”. Tradotto secondo usi e costumi locali, corrisponde al nostro “contaci! Manco se preghi tutti gli Dei che abbiamo, ma potrebbe capitare forse un giorno, chissà quando, se uno degli Dei vede e provvede. Quindi MAI.” Infatti di solito vado avanti finché non stramazzo al suolo… Non lo fate. Non è un buon esempio da seguire. 

Creatività ed essere creativa, sono tra le chiavi del successo di Anasma. Creare con poco, usando man mano i tools acquisiti, usando anche le basi più semplici, con cui crea una varietà ampia di combinazioni.

In qualità di Fusion Artist, non può mancarti l’Integrità e un approccio etico a ciò che studi.

Studiare le basi dello stile che vuoi approfondire, quanto la cultura che caratterizza quello stile.

Creare una routine. Trovare il balance tra hard work e fare nulla per riposare e trovare l’ispirazione.   

Facendo una check list delle chiavi del successo di una ballerina secondo Anasma, troviamo:

  • immaginazione
  • creatività
  • integrità nello studio
  • studiare a fondo
  • continuare la propria ricerca
  • riposarsi
  • ritagliarsi il tempo per trovare ispirazione
  • trovare il tempo per produrre
  • trovare il giusto compromesso tra riposo e lavoro duro

 

Fonti d’Ispirazione per gli Shows

Anasma a Il Salotto de LaDibi - Richmond Shepard

Dal poco tempo trascorso insieme, non mi ha stupita Anasma, quando ha dichiarato che ogni cosa può esser per lei, fonte d’ispirazione. Dalla quotidianità ad un particolare evento, oggetto o emozione. Un profumo, un’immagine, un titolo, tutto può ispirare, dai sensi o dall’esperienza, l’ispirazione può arrivare da qualsiasi cosa.

Per costruire i suoi pezzi, Anasma a volte parte dalla ricerca del movimento. Compone magari usando due diversi stili. Include magari un’emozione, nel suo sviluppo che evolve in altro.

Un lavoro dall’interno all’esterno per collegare tutto in modo organico, senza forzare, con l’intenzione di essere chiari riguardo il messaggio che si vuole esprimere.

LaDibi incontra Anasma

Durante la mia ricerca sempre in corso, ovviamente, ho studiato con molte validissime artiste e vedere che anche Anasma, come me, basa le sue classi sulla preparazione atletica e sulle basi degli stili accademici, mi ha decisamente dato gioia, e non poca.

Persino il suo approccio ironico durante l’insegnamento, mi ha fatto pensare a chi mi scrive inviando feedback sui miei tutorials, tra sorrisi e tecnica. Pur avendo stili diversi sul palco, per me è stato un po’ come ritrovare un’anima affine.

Ho trascorso alcune ore intense, tra tecniche avanzate e base, che fan sempre piacere rivedere, coreografia, esercizi di Teatro e, come anticipato sopra, preparazione e stretching. Molti gli spunti su cui continuare a lavorare. Non per niente Anasma è stata invitata a condividere con noi la sua esperienza, qui, a Il Salotto de LaDibi!

 

Se hai trovato questo episodio interessante, condividi!

Se ami la Danza, diffondila per rendere il mondo, un posto migliore 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *